La Deputazione in Azione

Un ballo per la solidarietà

17/07/2012

Nella prestigiosa location di Villa Miani martedì 5 giugno si è tenuto il “Ballo dei Fiori” uno straordinario Galà di beneficenza a favore della Deputazione Ebraica di Assistenza, organizzato dal Gruppo Chamsa (Angela Funaro, Liana Di Porto, Michela Mieli, Costanza Di Veroli, e Mino Di Veroli). Numerosi sono stati i sostenitori che hanno collaborato all’evento: i proprietari di Villa Miani Giulia e Roberto Ottaviani, che hanno offerto gli spazi della residenza e i molti sponsors (Relais De Jardin, Le Bon Ton, Yotvata, Mimmo Rossi, Pino Puggioni, i fiori di Maria Luisa Rocchi, Granelli di Pane, Claudio Noto per il trucco e Roberto per le acconciature, Nonconventionalphoto di Fabio di Tivoli e Angelo Tedeschi, Occhialone e Boccione). In particolare fra i sostenitori, un nuovo amico, la Banca Popolare di Vicenza – presente alla manifestazione con il Direttore Generale, Dott. Samuele Sorato che con il generoso contributo ha sostenuto gran parte delle spese, permettendo tra l’altro l’esibizione degli artisti dei corpi di ballo dei teatri Sistina e Brancaccio.
Un ringraziamento va inoltre a tutti gli amici, amiche e giovani mamme che si sono impegnati nella promozione dell’evento.

Il galà è stato non solo un piacevole momento di incontro, una bella serata in una delle più incantevoli terrazze affacciate su Roma, ma anche l’occasione per godere dello spettacolo di acrobati e ballerini professionisti che hanno sedotto il pubblico con le loro movenze sinuose e armoniosi giochi di luce. La serata si è così conclusa in maniera scenografica, con il flash mob di cinquanta ragazze organizzato con l’Ufficio Giovani che hanno invitato il pubblico a unirsi a loro nella pista da ballo sulle note della musica messa da DJ Imbinbo e Riccardo Celletti.
Con il Ballo dei Fiori è stato celebrato, sotto gli occhi della città eterna, un’unione ideale tra beneficenza e divertimento, tra stile e generosità, che ha visto come partecipanti a questa manifestazione più di un mille persone, molti dei quali ragazzi e giovanissimi, i “Giovani fiori”, che hanno decorato la serata con gioia, balli e sorrisi.
Alla manifestazione sono intervenute inoltre, numerose autorità: il Rabbino Capo Rav. Riccardo Di Segni, il Presidente della Comunità Riccardo Pacifici che ha invitato a guardare “con ammirazione” i tanti volontari e gli operatori della Deputazione. Inoltre è intervenuto l’Ambasciatore di Israele in Italia Naor Gilon che ha sottolineato il senso di fratellanza, l’unità e la coesione manifestata anche in questa circostanza dagli ebrei romani. Una notte di musica e danze, ma soprattutto una serata per l’impegno, durante la quale è stata presentata dal prof. Marco Gasparotti la nuova fondazione per l’Obesità Infantile. Una serata di solidarietà, come ha ribadito Piero Bonfiglioli, Presidente della Deputazione e padrone di casa di questo evento:

data entry jobs at home

Oltre questa villa c’è un mondo di sofferenza che ha bisogno del nostro aiuto… Ed è questo il motivo e la ragione per cui siamo qui questa sera: aiutare chi si trova in grande difficoltà e credetemi, vi posso assicurare sono veramente tante le persone che si rivolgono a noi perchè hanno bisogno della nostra mano, del nostro cuore e del nostro sostegno.
Grazie di essere qui questa sera, perché la vostra presenza servirà a testimoniare che la nostra Comunità sa rispondere prontamente per aiutare chi si trova in grande difficoltà.
Oggi sto vivendo un sogno – ha continuato Bonfiglioli – grazie per essere accorsi così numerosi. In questo preciso momento mi accorgo di quanto la Deputazione in questi ultimi anni, sia cresciuta, seguita, stimata e anche molto amata.
Da quando sono presidente della Deputazione ho cercato sempre di coinvolgere il maggior numero di persone perché penso che ci sia realmente bisogno di una mano da parte di tutti: ognuno può dare, non importa come, denaro, tempo, capacità professionali, anche solo organizzare una cena può essere importante per noi, da cosa nasce cosa…
…E questa bella festa è nata dalla pazza idea di un gruppo di 4 care amiche ed un amico (un po’ di pazzia ci vuole per pensare di coinvolgere 1.000 persone) che hanno organizzato tutto e da altre 20 persone che ci hanno aiutato nella vendita dei biglietti; insomma si è mobilitata una squadra e penso e auspico possa diventare un esercito.

Negli ultimi tempi la Deputazione è stata chiamata ed ha collaborato con Adei, Asili, Casa di riposo, Oser, Ose, Pitigliani, Scuole, ShiratHaYam, Ufficio giovani… Insomma un’apertura verso tutte le associazioni ebraiche e non, un riconoscimento per me molto molto importante. Il prossimo appuntamento? Un’altra pazzia insieme al gruppo Hamsa: vogliamo richiamare più di 1.000 persone e coinvolgere i nostri bambini… Quando? E’ una sorpresa, ma avverrà prima di Chanuccà.

17 luglio 2012

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.