Assistenza agli Anziani

ASSISTENZA AGLI ANZIANI

Il Servizio di Assistenza agli anziani è un servizio differenziato ed articolato diretto a persone molto anziane e sole.

Il servizio comprende:

  1. un intervento di tipo socio-psicologico finalizzato alla conoscenza delle problematiche e alla predisposizione di un progetto di intervento specifico;
  2. un servizio di assistenza domiciliare (Progetto Radici) per aiutare l’anziano a svolgere quelle mansioni o incombenze più difficili da affrontare autonomamente (es. andare negli uffici, organizzare visite mediche specialistiche, pratiche per la richiesta della pensione di invalidità). Si stabilisce una relazione amichevole con l’operatore domiciliare, che rappresenta un collegamento importante con la Comunità Ebraica e con le sue risorse.

Inoltre si organizzano attività di svago e di animazione per gli anziani più autonomi. Un pulmino con autista ed accompagnatore (Progetto “Meglio ben accompagnati che soli“) consente a circa venti anziani ogni settimana di svolgere attività sociali e ricreative all’esterno della propria casa, con la sicurezza di una assistenza completa.

Queste, in sintesi, le principali aree di intervento del Servizio agli anziani:

  • assistenza socio-psicologica;
  • assistenza domiciliare;
  • organizzazione di attività per il tempo libero con trasporto privato.

LE ATTIVITA’ DEL 2010

  • 1 Psicologa a tempo pieno
  • 11 Operatori Socio-Sanitari part-time che effettuano visite domiciliari settimanali
  • 50 Anziani assistiti dal Progetto Radici
  • 1 Pulmino con 1 autista per accompagnamento ad attività di socializzazione
  • Organizzazione di eventi e feste
  • 2/3 visite settimanali per ogni anziano;
  • Segnalazione e collaborazione con i servizi territoriali
  • Consulenza per pratiche pensionistiche
  • Consulenza per sistemazione in Residenze per Anziani
  • Collaborazione con altri enti comunitari (Ospedale, Casa di Riposo, Pitigliani)

The Conference on Jewish Material Claims Against Germany

È la più grande organizzazione al mondo che da oltre 50 anni lavora per fornire assistenza ai sopravvissuti alla Shoah. Conduce trattative con enti pubblici o privati allo scopo di riscuotere gli indennizzi dovuti agli ebrei per le discriminazioni e le persecuzioni subite in Europa. La Claims Conference mette annualmente a disposizione di ciascun Paese dei fondi per le varie iniziative.

Progetto di assistenza economica

L’obbiettivo del progetto è aiutare l’anziano sopravvissuto alla Shoah, attualmente in condizioni di disagio socio-economico e sanitario, a mantenere uno stile di vita dignitoso e a curare la propria salute e persona attraverso contributi annuali. I contributi coprono:

a) spese già sostenute e documentabili dall’utente relative a prestazioni medico-sanitarie, abitazione, lavori domestici in senso lato, trasporto, sostentamento e personali;

b) i sussidi erogati anticipatamente dalla Deputazione Ebraica ad anziani che versano in situazioni difficili.

Nel progetto sono attualmente inclusi 42 anziani, la cui età media è 75 anni.

I Fondi della Claims Conference sono di entità variabile principalmente in funzione delle trattative periodiche con la Germania e la Svizzera. Ecco perché i finanziamenti dei vari progetti sono soggetti negli anni ad oscillazioni. I Fondi della Claims Conference sono assegnati posticipatamente rispetto al momento in cui sono sostenute le spese dalle singole persone o sono elargiti dalla Deputazione Ebraica i sussidi.

Links comunitari:

Comunità Ebraica di Roma – CER

Unione delle Comunità Ebraiche Italiane – UCEI

Ospedale Israelitico

Casa di Riposo

Il Pitigliani – Centro Ebraico Italiano

Links istituzionali:

Comune di Roma

Dipartimento promozione dei servizi sociali e della salute – Comune di Roma

Provincia di Roma

Dipartimento per le Politiche Sociali e per la Famiglia – Provincia di Roma

Regione Lazio

Dipartimento per le Politiche Sociali e Famiglia – Regione Lazio

Politiche per la Famiglia – Governo Italiano